La creazione di un prato restaurato è paragonabile a quello di un prato di fiori selvatici, ma con un focus sulle erbe autoctone, che sono le graffette in un ecosistema di prateria.

Praterie indigene

Le praterie nordamericane si estendevano una volta dalle Montagne Rocciose ad est, quasi allo stesso livello dei Grandi Laghi. Oggi rimangono solo piccole macchie di prateria autoctona, nonostante le scosse di assestamento che stanno comparendo sempre più nel paesaggio delle case.

Visita la flora e la fauna intorno a te

Visita la natura selvaggia locale per saperne di più sulle piante native in siti paragonabili ai tuoi.

  • Ricorda che i prati secchi contengono piante più varie delle praterie nelle pianure umide.
  • È importante familiarizzare con lo stesso ecosistema del tuo giardino. In questo modo, non solo imparerai l'orticoltura locale, ma sarai anche più coinvolto nell'area in cui vivi.
Mantieni in vita le piante locali
  • Partecipa alle operazioni di salvataggio delle piante che sono spesso sponsorizzate da piante di piante native o di fiori selvatici.

Finché hai il permesso dal proprietario, puoi scavare e adottare piante da pascolo nativo che altrimenti andrebbero perse durante lo sviluppo del terreno per strade e case. Il trapianto è un ottimo modo per preservare la flora della regione.

Risparmiare acqua
  • Tranne che fornire acqua per le piante trapiantate, non irrigare un prato restaurato.

L'acqua in eccesso spesso favorisce le erbacce che invadono le piante di prateria autoctone. Non vuoi nutrire il tipo sbagliato di pianta. Troppo di una cosa buona non è sempre buona.

Fai buon fuoco con attenzione

Un fuoco periodico è una parte naturale del ciclo di vita di un prato.

  • Ottieni tutti i permessi necessari e pianifica un incendio attentamente controllato ogni tre o quattro anni.
Conservazione dell'habitat naturale

Le praterie restaurate ospitano quaglie e altri uccelli che nidificano a terra, nonché insetti utili e topi cavalletta, piccoli roditori che mangiano principalmente locuste.

  • Una falciatura o un incendio in primavera preserva il loro habitat durante l'inverno, quando è particolarmente importante.