Problemi ricorrenti di stitichezza possono favorire le emorroidi e aumentare il rischio di sviluppare condizioni più gravi come la diverticolosi o il cancro intestinale. Fortunatamente esistono dei rimedi naturali per alleviare la stitichezza. Ecco alcuni di loro.

1. Lassativi naturali
  • Le piante lassative possono contenere quantità variabili di composti chiamati glicosidi antracenici, che attivano i movimenti peristaltici dell'intestino, promuovendo così l'evacuazione delle feci.
  • Queste piante vengono consumate di solito la sera, per favorire l'attività regolare degli intestini al mattino. La 2. Il rabarbaro officinale
Potente lassativo:
  • la sua radice è un potente lassativo, ricco di glicosidi antracenici. Nella medicina tradizionale cinese, è prescritto per trattare la stitichezza. È anche noto per stimolare la secrezione di bile e appetito e avere un effetto tonico sul fegato e sulla cistifellea.Dosaggio:
  • far bollire 20 grammi (1 1/2 cucchiai) di rizoma secco o 40 grammi di rizoma fresco (circa 3 cucchiai) in 750 ml (3 tazze) di acqua. Ridurre a 500 millilitri (2 tazze). Bere 50 a 100 millilitri (da 1/4 di tazza a circa 1/2 tazza) del decotto durante la cena. Le 3. PsillioIntegratore di fibre solubili:
semi di psillio, ricchi di mucillagini, sono una fonte di fibra solubile, spesso insufficiente nella dieta occidentale. Lo psillio è uno dei pochi integratori di fibre che si è dimostrato efficace nel trattamento della costipazione cronica.
  • Dosaggio:fibre di psillio sono disponibili in compresse, capsule e polveri solubili. A colazione, puoi cospargere frutta o cereali con 2 grammi (1 cucchiaino) di polvere di psillio. Ogni dose di psillio deve essere assunta con un grande bicchiere d'acqua.
  • 4. AmamelideAllevia gli attacchi di emorroidi:
Diversi test clinici hanno dimostrato che nell'applicazione locale la strega nocciola era efficace quanto altri tipi di farmaci (specialmente i corticosteroidi) per lenire il dolore, prurito e sanguinamento correlato alle emorroidi. Questa erba è anche usata internamente per curare le emorroidi, ma a causa della sua natura astringente, è controindicata nelle persone che tendono a essere stitiche.
  • Dosaggio:Applicare una volta al giorno la preparazione di amamelide (gel, unguento o tintura) alla zona interessata. Spetta al terapeuta di erbe determinare se l'uso interno di amamelide si adatta ai sintomi.
  • 5. Acetosa ricciaLassativo delicato:
L'acetosella ha una delicata azione stimolante sulle funzioni digestive, specialmente sul fegato e sull'intestino pigro.
  • Dosaggio:bere fino a 750 millilitri (3 tazze) al giorno di un decotto preparato facendo bollire da uno a quattro grammi (1/2 a 2 cucchiaini) di radice di acetosa nana in 250 millilitri (1 tazza) ) di acqua per 10 minuti.
  • Precauzioni per l'usoNon superare le dosi raccomandate di preparati a base di erbe contenenti glicosidi antracenici e portarli in cure di massimo 10 giorni.
L'uso di queste erbe dovrebbe essere evitato nei bambini, donne incinte o che allattano e persone con dolore addominale non diagnosticato o disfunzione dell'intestino o della cistifellea.
  • In caso di artrite o malattia renale o del tratto urinario, il consumo di rabarbaro officinale è soggetto all'opinione di un fitoterapista.
  • Poiché lo psillio può interferire con l'assorbimento di altri farmaci, distanziare le prese per due ore.
  • Bevi molta acqua quando prendi psyllium. Alcune persone che non hanno preso questa precauzione quasi soffocato.
  • Le foglie di rabarbaro sono velenose.
  • Le applicazioni locali di amamelide possono causare allergie da contatto. Se ciò accade, interrompi immediatamente le applicazioni.
  • Oltre alle applicazioni locali di amamelide, l'uso di queste piante durante la gravidanza e l'allattamento è soggetto al consiglio di un terapista a base di erbe.