La corretta identificazione della pianta da assumere in trattamento non è sempre facile, soprattutto se la raccogli da solo. Ma questo passaggio è essenziale perché le piante che si somigliano possono avere proprietà chimiche molto diverse. Per vedere più chiaramente, qui ci sono 4 principi di base da rispettare in questa materia. Regole 1. Norme di sicurezza

Le piante della stessa famiglia possono avere effetti radicalmente diversi, come la cicuta, un veleno mortale della famiglia delle carote selvatiche.

La prima delle regole di sicurezza non è mai quella di raccogliere una pianta che non sei sicuro di aver identificato.

  • Nel tuo giardino, questo non dovrebbe essere un problema, ma altrove l'attività potrebbe essere più complicata. Ricorda che lo stesso nome comune può riferirsi a diverse piante e che piante diverse come la consolida e la digitale possono essere confuse al di fuori del periodo di fioritura.Una volta essiccati, le piante sono ancora più difficili da identificare. Per evitare miscele intempestive, récol raccoglie e asciuga una pianta alla volta and e la etichetta sempre per una facile identificazione. Partie 2. Parte della pianta da usareLe diverse parti di una pianta non hanno le stesse caratteristiche chimiche e, quindi, non producono gli stessi effetti sul corpo. Proprio come foglie e semi di coriandolo hanno gusti diversi, foglie e radici di tarassaco non hanno le stesse proprietà medicinali.
  • Prima di raccogliere una pianta per uso alimentare o medicinale,controlla quale parte ti serve. Pensaci, le conseguenze di un errore possono essere terribili. La corteccia di viburnum (
Viburnum opulus
  • ), ad esempio, ha notevoli proprietà medicinali, ma le bacche di questo arbusto sono tossiche e non dovrebbero essere mangiate. Nom 3. Nome botanico per il vostro aiuto
  • È anche molto comune usare un unico nome comune per designare diverse specie di piante. Ad esempio, il nome di Galaad Balm corrisponde ad almeno 5 diverse piante, che possono essere fonte di confusione o addirittura pericolose per un utente ignaro.Per superare questo problema,i fitoterapisti si riferiscono alle piante con il loro nome botanico(il nome latino). Questo sistema di designazione è stato sviluppato dal botanico svedese del XVIII secolo Carl von Linné. La prima parte del nome botanico di una pianta si riferisce al suo genere (per esempio, tutte le zecche sono del genereMentha
); il secondo si riferisce alla specie. Quindi il nome botanico per la menta è
  • Mentha spicata
  • .Quindi, per evitare problemi, è essenziale identificare le piante prima di usarle. Assicurati di mettere in pratica questi suggerimenti!