Quali tablet! Hanno effetti collaterali e un consumo eccessivo di compresse, puoi perdere i rimedi naturali che sono ugualmente utili e meno rischiosi. Vale la pena provare, soprattutto se non si vuole essere in terapia per molto tempo.

  • Prima di impegnarsi sulla strada per sradicare il dolore che coinvolge farmaci, prescritti o no, scoprire tutto quello che dovete sapere che l'uso di analgesici disponibili al banco o prescrizione essere sicuro ed efficace
I farmaci da banco non sono privi di rischio

Anche i farmaci da banco hanno effetti collaterali che i pazienti non sono sempre in grado di valutare pienamente.

  • L'acetaminofene può causare gravi danni al fegato se prendi un po 'più del dovuto.I farmaci come l'aspirina, ibuprofene e naprossene, noto come antinfiammatorio non steroideo nome del farmaco (FANS),può causare irritazione e sanguinamento del
  • stomaco.Un collegamento è stato stabilito tra l'uso a lungo termine di ibuprofene e un aumento del rischio di malattie cardiache
  • , probabilmente in parte perché contrasta gli effetti protettivi sul cuore indotti dal trattamento giornaliero con aspirina .Troppa fiducia nei farmaci anti-infiammatori può persino peggiorare certe condizioni; per esempio, se lo usi troppo spesso per i tuoi mal di testa, potresti subire un rimbalzo del mal di testa non appena ti fermi.
  • Farmaci anti-infiammatori prescrittiAnche i FANS prescritti non sono esenti da rischi.Potresti ricordare i titoli qualche tempo fa sui FANS di prescrizione chiamati inibitori della COX-2, che si pensa possano bloccare il dolore e l'infiammazione senza causare infiammazione del rivestimento dello stomaco.
Questa storia era piuttosto incompleta, in quanto solo una delle droghe in questa categoria è rimasta sul mercato, accompagnata da seri avvertimenti.

I requisiti oppioidi

  • Alcuni medici sono riluttanti a prescrivere farmaci che sono esplosivi oppioidi reputazione (narcotici), tra cui la morfina e ossicodone, a causa di un aumento di abuso di droga e vendita di droga illegale.
  • E i pazienti temono di prenderlo per paura di assuefazione e perdita di autocontrollo.
Non sottovalutare la qualità della tua vita

Non sono solo gli effetti collaterali e il potenziale abuso che hanno portato la comunità medica a riflettere attentamente sugli antidolorifici. È anche una questione di qualità della vita.

  • Se ti sforzi non solo per alleviare il tuo dolore ma anche per tornare a una vita senza dolore il più possibile, stare con i farmaci non è necessariamente la soluzione migliore.
Ci sono casi in cui i pazienti valutano il loro dolore a dieci su dieci, assumono farmaci e il punteggio scende a uno.

Ma sono sempre stanchi e le loro vite sono peggiori.

  • Ci sono anche pazienti che valutano il loro dolore alle otto, portandolo giù a sette e possono condurre di nuovo una vita normale.

Una persona che vede un cambiamento meno significativo nella valutazione del dolore può avere successo nel trattamento. La chiave è migliorare la qualità della vita.

  • Appesantisci i rischi
  • Il fatto è che le droghe da sole non sono in grado di sradicare il dolore. You Ma puoi aiutarli ad agire in modo più efficace prendendo altre disposizioni per il sollievo, che si tratti di stretching, di cambiamento della tua dieta, di agopuntura o di cambiamento del tuo atteggiamento.
  • Siamo un'azienda basata su tablet. Abbiamo bisogno di prendere le pillole per guarire tutto. Ma le pillole non hanno tutti i poteri. I farmaci per il dolore curano solo parzialmente i problemi.
E c'è sempre un rischio. In realtà, non ci sono opzioni che non comportano alcun rischio, anche il fatto di non fare nulla comporta dei rischi.

La domanda è: qual è il rischio che sei disposto a prendere? Dovresti discutere con il tuo medico e insieme dovresti decidere qual è la terapia più efficace e meno rischiosa.