Gli Omega-3 hanno proprietà anti-infiammatorie e possono contribuire alla prevenzione di alcune malattie come problemi cardiaci, asma, cancro e diabete.

Malattie cardiache

I medici ritengono che, a lungo termine, l'infiammazione permanente, anche se lieve, crei un ambiente instabile nelle arterie. Le masse di colesterolo poi scoppiano, causando la formazione di coaguli di sangue.

  • Fortunatamente, il rimedio potrebbe essere al pescivendolo o al supermercato.
  • In uno studio, è stato riscontrato che il livello di proteina C-reattiva (CRP), che indica un grado di infiammazione, era del 29% inferiore nelle donne che hanno consumato più pesce, semi di lino e altri cibi ricchi di omega-3 rispetto alle donne che ne consumavano di meno.
  • Sembra che l'effetto protettivo del pesce sul cuore sia esercitato in vari altri modi; quindi, abbassa i livelli di trigliceridi e stabilizza la frequenza cardiaca.
Asma

I medici attribuiscono l'attuale aumento del numero di casi di asma al cibo perché è l'infiammazione dei tubi bronchiali che causa i sintomi dolorosi di questa condizione.

  • Recentemente, i ricercatori hanno ipotizzato che i colpevoli fossero gli omega-6 di molti oli da cucina e, in misura minore, i cibi animali. È vero che i nordamericani consumano molti di questi grassi che il corpo usa per sviluppare le sostanze chimiche che causano l'infiammazione.
  • In teoria, l'assunzione di più omega-3 e meno omega-6 può prevenire gli attacchi d'asma.
  • Ad esempio, i ricercatori australiani hanno scoperto che il rischio di asma è diminuito del 75% nei bambini che mangiavano pesce regolarmente, e ricercatori olandesi hanno osservato una diminuzione del 50% del numero di bambini che hanno mangiato di più pesce e cereali integrali.
Cancro

Molti oncologi ritengono che l'infiammazione causi o faccia precipitare lo sviluppo del cancro. Una teoria è che accelera il rinnovamento cellulare, incluso quello delle cellule maligne. In alcuni casi, l'infiammazione persistente può anche aumentare il rischio di una malattia infettiva che degenera in cancro. Ad esempio, il papillomavirus, che può causare il cancro della cervice, o il cancro dello stomaco che colpisce in particolare quelli infetti dal batterioHelicobacter pylori qui, che causa le ulcere gastriche.I ricercatori non sanno ancora se l'elevato consumo di omega-3 possa aiutare a prevenire il cancro, ma ci sono alcune prove che lo suggeriscono.

  • Pertanto, la somministrazione di alte dosi di olio di pesce agli animali da laboratorio ha impedito la formazione di tumori del colon, frenando l'infiammazione.
  • In uno studio su 48.000 uomini, il consumo di pesce tre volte alla settimana aveva dimostrato di dimezzare il rischio di cancro alla prostata, mentre i ricercatori svedesi ho scoperto che il rischio di soffrirne era due o tre volte superiore per chi non mangiava pesce.
  • Diabete
Le persone con diabete di tipo 2 sono generalmente sovrappeso. Oltre a produrre sostanze chimiche che promuovono la resistenza all'insulina, le cellule grasse contribuiscono allo sviluppo di proteine ​​infiammatorie.

Vari studi su 50.000 donne hanno concluso che il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 è aumentato di quattro volte in quelli con infiammazione più cronica.

  • I ricercatori ritengono che le sostanze infiammatorie interferiscano con l'insulina, aumentando i livelli di zucchero nel sangue.
  • Non è un caso che gli studi di popolazione dimostrino che l'incidenza del diabete di tipo 2 è particolarmente bassa tra i grandi mangiatori di pesce.
  • Assicurati di consumare abbastanza pesce o assumere integratori di omega-3 per prevenire determinate malattie.